Un successo strepitoso il ritorno di Fruttinfiore a pieno regime dopo gli anni difficili della pandemia

Dettagli del documento

Data:

lunedì, 03 aprile 2023

Inaugurazione XXI edizione Fruttinfiore

Descrizione

Avevamo inaugurato Fruttinfiore con l’augurio che fosse una tra quelle manifestazioni di aiuto a ricuperare il senso del sociale, del vivere insieme, del ritrovarci faccia a faccia e non davanti allo schermo di un computer o di un telefonino, insomma di ricominciare e vivere e a socializzare dopo gli anni tristi e difficili della pandemia. Il nostro augurio ha avuto pieno successo ed il nostro auspicio si è realizzato. La XXI edizione di “Fruttinfiore”, la tre giorni lagnaschese dedicata alla frutta, ai fiori ed al territorio, è giunta al termine ed ora possiamo veramente dirlo, con enorme soddisfazione: è stata un’edizione da record, con tanti appuntamenti, tante novità e una partecipazione di espositori e di visitatori che ci ha riempiti di orgoglio.

Già l'inaugurazione aveva preannunciato il successo di quest'anno: le numerose autorità intervenute, la consegna del Premio Fruttinfiore al Senatore Taricco e la menzione al Senatore Carlotto, il riconoscimento agli ottantenni di Lagnasco seguiti dal ricco buffet, hanno aperto la ventunesima edizione con grande prestigio.

La serata del venerdì è proseguita con il Convegno di illustrazione e di costituzione del “Distretto del Cibo della Frutta” un’importante azione che va nella direzione della promozione del territorio e del suo prodotto principale: la frutta. La contemporanea presenza di 45 Sindaci dei Comuni delCuneese, del Pinerolese e del Torinese, dei rappresentanti di tutte le Associazioni di Categoria, delle Organizzazioni di Produttori e di altri enti che hanno voluto aderire, ha rappresentato sicuramente un momento di alta intensità, fornendo una visione di collaborazione e di interesse per lo sviluppo di tutto il nostro territorio e della sua economia.

Gli appuntamenti sono stati tantissimi, proprio come coloro che hanno contribuito al grande successo di Fruttinfiore 2023. I numeri dimostrano come le collaborazioni siano state particolarmente efficaci e fondamentali per la riuscita dell'evento:

- oltre 45.000 visitatori nelle tre giornate
- oltre 4.000 mq di superficie espositiva coperta
- oltre 4.000 mq di superficie espositiva scoperta
- 700 persone che hanno visitato, accompagnati dai volontari, le sale più belle e interessanti del Castello
- oltre 2.500 persone che hanno visitato i giardini, le peschiere e il “Giardino delle Essenze” all’interno del Castello
- oltre 3.500 persone che hanno assistito allo spettacolo pirotecnico di sabato sera
- circa 1.200 persone che hanno assistito ai 3 showcooking organizzati nella giornata di domenica
- 673 iscritti alla camminata tra i frutteti in fiore
- 150 persone che hanno assistito in presenza o in diretta streaming al convegno sull’impiego del distillato di legno in agricoltura
- 126 iscritti alla Cursa ‘d Pumalin
- circa 1.000 porzioni di “frittelle di mele” preparate e vendute dai volontari della Pro Loco
- oltre 80 espositori nell'area dello S.T.A.O., provenienti da Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Veneto e Friuli Venezia Giulia
- oltre 50 espositori partecipanti al Mercatino Fruttinfiore
- 15 partecipanti alle pedalate nelle campagne di Lagnasco organizzate da Terres Monviso in collaborazione con E-Xplo e Vallepo Bike
- 9 le Pro Loco aderenti all’iniziativa “Fior di Pro Loco” per la gestione di “Fruttintavola” con la vendita complessiva di oltre 3.600 porzioni nelle giornate di sabato e domenica.
- 250 le degustazioni offerte allo Stand del “Consorzio del Crudo Cuneo” DOP
- 11 Associazioni, Enti, Istituzioni e Confederazioni invitate e presenti in Piazza Umberto I insieme ai Consorzi
- 5 Consorzi di Tutela presenti in Piazza Umberto I
- 1 Radio Ufficiale della Manifestazione: “Radio Bruno” che nel corso delle due giornate ha realizzato più di 50 interviste in diretta e trasmesso i momenti più salienti della manifestazione
- 1 convegno tecnico specializzato
- 110 le persone che hanno partecipato ai “Tour in Elicottero sui Castelli e sui Frutteti in fiore”
- più di 5.000 le persone che hanno visitato la “Mostra di Moto Storiche” nel cortile di Casa Piosso

Particolarmente apprezzato lo spettacolo piromusicale del sabato sera nella nuova location di ViaSanta Maria: uno spettacolo di luci fuochi e musica e sensazioni, che ha fatto rimanere i tantissimi spettatori, per oltre 20 minuti, con gli occhi rivolti al cielo e che alla fine ha raccolto uno scroscio interminabile di applausi.

Sin dal sabato mattina, Piazza Umberto I si è riconfermata la piazza dedicata alla Mela Rossa IGP, alle eccellenze del territorio e ai consorzi di valorizzazione dei prodotti.

Il pubblico ha avuto la possibilità di osservare da vicino le numerose varietà di mele grazie alla consueta “Mostra Pomologica” allestita e curata da Agrion, conoscere AOP PIEMONTE che raggruppa le MAGGIORI Associazioni di Produttori che si occupano della Valorizzazione e della Tutela delle produzioni ortofrutticole della Provincia di Cuneo e del Piemonte, tra le quali la Mela Rossa Cuneo IGP, la Castagna Cuneo IGP e i prodotti biologici. Durante questo “viaggio” nel mondo della frutta, il numeroso pubblico ha avuto anche la possibilità di acquistare mele, piccoli frutti e prodotti derivati, nell’area vendita gestita da Lagnasco Group in Piazza Umberto 1°.

La Piazza ha ospitato anche produttori locali, il Consorzio Crudo Cuneo DOP, i Consorzi di Tutela e Valorizzazione, le Associazioni di volontariato, le iniziative di Terres Monviso e Associazione Octavia.

Le visite alle peschiere del Castello, recentemente rimesse a nuovo, ei giardini e gli appuntamenti promossi dal “Giardino delle Essenze”, hanno avuto un grande successo ed un particolare afflusso di addetti ai lavori, curiosi e appassionati.

Un evento molto atteso era anche l’apertura straordinaria delle sale visitabili del castello e, come era prevedibile, i volontari dell’Associazione “Riapriamo i Castelli” hanno dovuto gestire un flusso notevole di visitatori.

Successo anche per gli showcooking programmati per la domenica, a cominciare dalla presentazione dell’”Aperitivo Fruttinfiore” curata dagli alunni dell’Istituto Alberghiero di Barge, alla decorazione e successiva rottura dell’Uovo di Pasqua da parte de pasticcere lagnaschese Marco Gullino, passando attraverso l’esibizione dello chef Carmine Gorrasi, conosciuto al grande pubblico per la sua partecipazione alla nota trasmissione televisiva ”Mastechef”.

Il ritorno di “Fruttintavola” con la novità di “Fior di Pro Loco” cioè la gestione dell’evento da parte di ben 9 Pro Loco del territorio, con i propri volontari, è stata una tra le iniziative più apprezzate dal pubblico dei visitatori che, nel corso dei due giorni, hanno costantemente affollato il padiglione di Fruttintavola, gustando tutte le specialità locali proposte ognuna da una diversa Pro Loco. Il numero delle porzioni distribuite, ben 3.600, stà ad indicare la riuscita dell’iniziativa.

Degna di cronaca è stata anche la “Mostra di Moto Storiche”, allestita nel suo cortile dall’appassionato lagnaschese Pierangelo Piosso, che ha riscosso un successo ed un apprezzamento notevole lasciando stupito il suo stesso ideatore.

E infine una citazione per i “Tour in elicottero” molto apprezzati dalle fortunate persone che sono riuscite a prenotarsi ed hanno potuto così godere della vista dall’alto della manifestazione, dei frutteti in fiore e dei più famosi e conosciuti castelli del territorio.
Tutte le attività collaterali all'evento hanno completato lo scenario.

Dopo il grande successo di questa edizione non ci resta che aspettare il prossimo appuntamento, per l'edizione 2024, il 5, 6 e 7 aprile. 
Per mantenersi sempre aggiornati su Fruttinfiore è possibile visitare il sito www.fruttinfiore.it o
www.vmstyle.it.

Fotoservizio di Paolo Cilli - video di Umberto Clivio

Creazione

Inserito sul sito il lunedì 03 aprile 2023 alle ore 17:06:53 per numero giorni 467

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri