stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Lagnasco
Stai navigando in : Le News
Le aziende agricole devono segnalare i danni delle gelate. Ieri il sopralluogo dell'assessore Protopapa e l'intervento in videoconferenza del Presidente Cirio

Sono aperti i termini per la presentazione delle segnalazioni da parte delle aziende agricole per gli ingenti danni subiti dalle produzioni frutticole in conseguenza della gelata della notte tra il 7 e l’8 aprile scorsi. Le segnalazioni andranno effettuate utilizzando il consueto modulo (disponibile in allegato) da recapitare in Municipio oppure alla mail segreteria@comune.lagnasco.cn.it entro 10 giorni dall’evento calamitoso, quindi domenica 18 aprile.
Nel frattempo il Comune ha predisposto la richiesta al Governo, con il tramite della Regione, per la proclamazione dello stato di calamità naturale, che interesserà tutto il distretto frutticolo cuneese.

La decisione fa seguito al sopralluogo nei frutteti effettuato nel pomeriggio di ieri dall’Assessore Regionale all’Agricoltura Marco Protopapa, cui è seguito un incontro con il Tavolo "Frutta Monviso" presso la sala convegni del Castelli Tapparelli, con la partecipazione in videoconferenza del Presidente della Regione Alberto Cirio.

Presenti il Consigliere Regionale Paolo Demarchi e tutti gli attori del Tavolo, coordinato dal Sindaco Roberto Dalmazzo: rappresentanti dei Comuni frutticoli cofondatori del Tavolo stesso, delle Organizzazioni di Produttori e delle Associazioni di categoria.

Gli ingenti danni, in fase di quantificazione, sono generalizzati su tutte le colture ed in tutte le zone, considerando le prolungate temperature fino a -7°-8° C nella fase di caduta petali, in cui la pianta è maggiormente esposta e fragile a questo tipo di evento; un danno analogo non si verificava da oltre 50 anni. Al momento i danni riscontrati fanno presagire una riduzione della produzione del 70-80 % per le drupacee (pesche, nettarine, susine, albicocche e ciliegie), del 90% per l’actinidia, del 20-25% complessivamente per le mele (con punte del 50% in determinate zone), mentre per il nocciolo la situazione è più varia con zone con danni del 60-70% ed altre del 20-30%. Per il melo, il danno medio del 20-25% genererà una variabile di perdita qualitativa dei frutti del 30-35%.

Il presidente di AOP Piemonte, Domenico Sacchetto, ha illustrato all’Assessore ed al Presidente, i punti concordati da tutte le Organizzazioni di Produttori piemontesi nella mattinata di lunedì, successivamente condivisi ed ampliati dal Tavolo "Frutta Monviso", con l’obiettivo di trovare modalità di sostegno ad aziende produttrici e magazzini, con particolare riferimento anche a tutti i dipendenti che inevitabilmente si troveranno in difficoltà. In primo luogo l’assoluta necessità di dichiarare lo stato di "calamità naturale" in quanto le gelate, oltre a provocare danni alle colture, con una perdita di reddito degli agricoltori, creerà danni come effetto domino a tutta la filiera ed all'indotto che il comparto ortofrutticolo coinvolge sul nostro territorio.

Tra le richieste, contenute in un documento sottoscritto dai 14 diversi attori del "Tavolo": sgravi contributivi e defiscalizzazione degli oneri, moratoria al sistema bancario per mutui/prestiti, cassa integrazione guadagni e strumenti similari di sostegno al reddito dei lavoratori nel settore, agevolazioni per mantenere il flusso finanziario attraverso convenzioni specifiche con ABI e garanzie dalla Regione Piemonte per gli istituti di credito a nuovi finanziamenti di lunga durata. Per fronteggiare tempestivamente le esigenze di liquidità, è necessario inoltre accelerare i tempi di istruttoria e lo scorrimento delle graduatorie sui bandi attivati del PSR, anticipare la liquidazione delle misure ambientali di PSR, PAC e OCM, nonché attivare tutte quelle norme di rilancio e sostegno per le aziende coinvolte, quali ad esempio l’attivazione delle sovvenzioni per il ripristino degli impianti danneggiati dall’evento calamitoso e per le strutture di confezionamento che dovranno far fronte a minori conferimenti, bandi per gli investimenti di protezione attiva dei frutteti quali impianti antibrina ed antigrandine, oltre a prevedere quale spesa ammissibile, quella per le "candele", il cui utilizzo nei piccoli appezzamenti si è rilevato efficacie.

Nel documento, si richiede inoltre alla Regione che intervenga per sollecitare la modifica dell’attuale sistema assicurativo sul gelo e l’utilizzo di garanzie assicurative a copertura dei costi fissi delle strutture, oltre a nuove norme che favoriscano e contribuiscano alla diffusione dei Fondi Mutualistici per la stabilizzazione del reddito delle imprese agricole. Le O.P. hanno inoltre chiesto deroghe alle applicazioni dei programmi operativi per l’anno 2021 che permettano di superare questa causa di forza maggiore nell’esecuzione delle attività programmate ed approvate, come già accaduto lo scorso anno con la normativa Covid.

Al termine dell’intervento l’Assessore Marco Protopapa ha condiviso pienamente le considerazioni del Tavolo Frutta Monviso, sottolineando poi l’importanza di attivare misure urgenti nel PSR per aumentare le difese da eventi atmosferici (antigrandine e antibrina) oltre che intervenire sui premi e relative coperture delle polizze assicurative. Ha confermato di richiedere lo stato di calamità naturale per consentire di accedere agli interventi previsti per favorire la ripresa dell’attività economica e produttiva, nel limite della dotazione ordinaria finanziaria del Fondo di solidarietà nazionale.

Importante e rassicurante anche l’intervento del Presidente Alberto Cirio che ha confermato di richiedere l’attivazione del fondo di solidarietà statale tramite lo stato di calamità naturale ed ha dichiarato la disponibilità di cercare  fondi regionali di sostegno tramite il PSR per finanziare investimenti e ripagare i danni subiti.

Modello segnalazione danni da gelo
Comune di Lagnasco - Piazza Umberto I, 2 - 12030 Lagnasco (CN)
  Tel: 0175 72 101   Fax: 0175 72 630
  Codice Fiscale: 85000750043   Partita IVA: 00568590046
  P.E.C.: segreteria@pec.comune.lagnasco.cn.it   Email: segreteria@comune.lagnasco.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.