stemma della regione
      Regione Piemonte
Accedi ai servizi
Utenti con dislessia
logo del comune
Comune di Lagnasco
Stai navigando in : Le News
L'ASILO: il nuovo Presidente, le iniziative e la polentata benefica

LAGNASCO- Lorenzo Sacchetto, imprenditore frutticolo 34enne, è il nuovo presidente dell’Associazione "Asilo Infantile Tapparelli d’Azeglio". Lo ha deciso il Consiglio di Amministrazione della scuola nell’ultima riunione dell’anno, prendendo atto delle dimissioni dal ruolo di Massimo Gallesio, che da oltre 12 anni guidava prima l’Ente, poi l’Associazione, dopo la "trasformazione" nella nuova forma giuridica di fine 2013.


Un cambio quasi annunciato fin dall’insediamento, quando Gallesio era già intenzionato a lasciare, ma aveva accettato l’invito di rimanere nella prima fase di transizione ed avvio della nuova Associazione: «A metà mandato penso che possa ritenersi concluso questo importante passaggio, completato grazie al lavoro volontario e quotidiano di tutti i componenti del Consiglio, che ringrazio per la fattiva collaborazione di tutti questi anni. Lascio l’incarico con piacere a Lorenzo, che ha già dimostrato tutte le sue capacità ed il suo attaccamento al nostro Asilo in questi ultimi anni di lavoro svolto insieme» commenta il presidente uscente nel passaggio di consegne a colui che era il suo vice.


Dal canto suo, il neo presidente è consapevole delle difficoltà che lo attendono «Ringrazio il Consiglio per la fiducia e in particolare Massimo per il lavoro svolto in questi anni, sperando che continui a collaborare con noi ancora per tanto tempo. La nostra scuola materna è un fiore all’occhiello della nostra comunità e dovremmo lavorare perché continui ad esserlo anche in futuro. Sappiamo che non è un lavoro semplice, soprattutto per la sostenibilità economica. Chiudiamo un bilancio in pareggio e senza situazioni debitorie, ma solo grazie alle varie iniziative realizzate, agli sponsor privati, all’aiuto che da sempre ci arriva dalle fondazioni bancarie e dal sostegno delle famiglie».


Lo scorso anno, l’aumento delle rette di frequenza aveva creato qualche malumore: «Era stata una scelta meditata, coscientemente impopolare, ma necessaria per il futuro dell’Asilo. Eravamo consapevoli che un aumento di 20 euro mensili era molto, soprattutto di questi tempi, ma assolutamente in linea con le rette dei paesi limitrofi e di altre realtà simili alla nostra. Iniziative come il giornalino, che ci ha permesso di coinvolgere dieci sponsor privati, il banco di beneficienza a Fruttinfiore, la cena benefica a carnevale, i progetti finanziati dalle Fondazioni Bancarie, ci hanno permesso di superare un momento difficile e guardare con maggior serenità, anche se con la consueta incertezza, al futuro».


L’incertezza è dovuta al taglio ed al ritardo ormai cronico dei contributi pubblici ed al calo demografico che porterà una diminuzione di bambini frequentanti la scuola nel prossimo futuro «Ormai siamo abituati che i contributi Ministeriali e regionali, anche se messi a bilancio, arrivano mediamente con due anni di ritardo, e sappiamo come questi finanziamenti alle scuole paritarie siano sempre nell’occhio del ciclone politico; l’unico sempre puntuale è il contributo comunale, anche se è rimasto su livelli troppo bassi rispetto all’incremento dei costi. Il futuro è incerto anche per una questione demografica: la cinquantina di bambini attuali scenderà nei prossimi anni con una conseguente riduzione delle rette, ma la spesa variabile incide poco sul bilancio rispetto ai costi fissi che servono comunque per garantire un servizio che ci viene attualmente riconosciuto di buon livello». Tra i costi fissi più rilevanti, quello per il personale, composto attualmente da due insegnati part-time affiancate all’insegnante Suor Livia, una cuoca per il servizio di refezione gestito internamente ed una collaboratrice scolastica, il tutto con il coordinamento di Suor Agnesina, a consolidare il rapporto che da sempre lega l’Asilo lagnaschese alla Congregazione delle Povere figlie di San Gaetano per un’impronta cattolica della scuola materna.


Quella del presidente non è l’unica novità di questo secondo biennio di mandato quadriennale del Consiglio di Amministrazione: al dimissionario Elio Piosso, da decenni volontario attivo e partecipe, è infatti subentrato tra i consiglieri di nomina comunale Claudio Rainero, che era in precedenza il rappresentante delle famiglie, ruolo ricoperto ora dal nuovo eletto Andrea Maero. Invariati i restanti componenti: Bartolo Franco (nominato dal Comune unitamente a Lorenzo Sacchetto ed al già citato Rainero), Michele Mondino, Maria Teresa Quaranta, Gianfranco Cavallera e Massimo Gallesio (che rimarrà in Consiglio) eletti dall’assemblea dei soci; completano l’amministrazione, il tesoriere Danilo Pairone e la segretaria Manuela Migliore.


«Uno degli obiettivi di questo biennio sarà quello di coinvolgere maggiormente i soci, a cominciare dal tesseramento per il 2016 che avvieremo nelle prossime settimane- conclude il presidente Lorenzo Sacchetto- un modo per confermare il proprio sostegno, ma anche per partecipare attivamente al presente e al futuro di una delle istituzioni che da sempre rappresentano un vanto per il nostro piccolo paese».


oscar fiore


LAGNASCO- Tra le imminenti iniziative organizzate dall’Associazione "Asilo Infantile Tapparelli d’Azeglio", oltre al tesseramento per il 2016 che sarà avviato nelle prossime settimane con un apposito gazebo allestito davanti alla Chiesa negli orari delle messe festive, martedì 26 gennaio è in programma una serata formativa e informativa su "Le vaccinazioni per la vita, tra scienza e leggenda" con la partecipazione del dr. Domenico Montù, direttore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’Azienda Sanitaria Locale CN1. Una seconda serata sarà quindi organizzata successivamente per trattare un’altra interessante tematica: le manovre "salva vita" nei bambini a cura di un istruttore della "Salvamento Agency".


Di diverso tenore l’altra iniziativa in programma a fine mese: secondo un’ormai apprezzata consuetudine sabato 30 gennaio il Bocciodromo ospiterà la Cena benefica di Carnevale organizzata in collaborazione con il locale Gruppo Alpini con lo scopo di raccogliere fondi a favore della Scuola Materna. o. f.


LAGNASCO- Come ormai da piacevole tradizione, torna anche quest’anno la "Cena benefica di Carnevale" organizzata dalla Scuola Materna con la collaborazione del locale Gruppo Alpini. L’iniziativa è in programma sabato 30 gennaio presso il bocciodromo comunale a partire dalle 19,30: dopo l’aperitivo, ai commensali sarà servita una cena a base di affettati misti, capricciosa, tomino con salsa, polenta salsiccia e spezzatino, polenta e gorgonzola, formaggi misti e tris di dolci, il tutto accompagnato dal dolcetto degli alpini.


La serata, oltre alla buona cucina, sarà contraddistinta dalla musica della contestuale serata danzante e dalla beneficenza: l’incasso, dedotte le spese, sarà infatti devoluto all’Asilo. Per partecipare alla cena è necessario prenotarsi, entro mercoledì 27 gennaio, presso L’angolo dei fiori, il Gianet’s Pub, la Stazione di Servizio Erg, la merceria Sole e Luna o l’Asilo, versando la quota di partecipazione di 15 euro (7 euro per i bambini da 6 a 13 anni). «La nostra scuola, per poter proseguire la sua attività, deve contare anche su queste iniziative benefiche- sottolinea il presidente dell’Asilo, Lorenzo Sacchetto - come sempre ringrazio gli alpini per la disponibilità ed il lavoro e tutti coloro che, partecipando ad una serata di festa, ci dimostreranno vicinanza e garantiranno sostegno».


o. f.  

Comune di Lagnasco - Piazza Umberto I, 2 - 12030 Lagnasco (CN)
  Tel: 0175 72 101   Fax: 0175 72 630
  Codice Fiscale: 85000750043   Partita IVA: 00568590046
  P.E.C.: segreteria@pec.comune.lagnasco.cn.it   Email: segreteria@comune.lagnasco.cn.it
Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies.Maggiori informazioni.